EVENTO8 - Libreria la casa sull'albero

Vai ai contenuti

Menu principale:






UN ALTRO SGUARDO, Arezzo 16 ottobre–12  novembre 2016
Figure e storie di diversabilità nei libri per ragazzi

«We can’t have a quota and we can’t have a token. But one day I hope it just comes naturally,
it’s not something I would have to think about»
(Quentin Blake)

La libreria collabora alla realizzazione di Un altro sguardo, promosso dalla  Cooperativa Progetto5  un progetto culturale fatto di una mostra, di un convegno, di una serie di appuntamenti formativi che vogliono generare una riflessione collettiva e complessa sulla disabilità, coinvolgendo scuole, insegnanti, famiglie e la tutta la cittadinanza aretina.
Il primo appuntamento di Un altro sguardo è per il 16 ottobre presso la Casa delle Energie, ex Fonderia Bastanzetti, con un programma che mette assieme il network sviluppato da Progetto 5 a livello locale e nazionale mettendo assieme cooperative, imprese, agenzie educative, operatori culturali ed associazioni che a vario titolo si occupano di infanzia.
L’inaugurazione della mostra sarà preceduta da un convegno dedicato ad indagare la rappresentazione della disabilità nella nostra società a partire dalla letteratura. Le storie dei bambini e dei ragazzi disabili racchiuse nei libri ci invitano, di fronte alla disattenzione e al disagio, ad alzare gli occhi e a trovare un altro sguardo, uno sguardo aperto, partecipato, pronto a stupirsi, a commuoversi, ad arrabbiarsi, a gioire di fronte a parole e figure.
Alle ore 15, dopo i saluti istituzionali daranno il loro contributo alla riflessione Silvana Sola, Presidente di Ibby Italia‐Cooperativa culturale Giannino Stoppani, Irene Scarpati, editor Bianco e nero, Chiara Carrer, illustratrice, Gabriele Clima, scrittore,  Elena Giacomin, libreria La Casa sull’Albero. Un'occasione preziosa per ascoltare tante voci, per riflettere, per condividere pensieri e progettualita' futute
Dopo la performance L’onda, nata dal progetto Donne/Madri nella Disabilità a cura di Fondazione N. Galli e Diesis Teatrango, verrà inaugurata la mostra Un altro sguardo, un’esposizione delle opere di sedici illustratori italiani e selezionati da un panorama internazionale; tavole originali tratte dai libri della sezione speciale Disability del BolognaRagazzi Award 2016, sedici matite che, attraverso il loro segno, raccontano la sordità, la difficoltà a deambulare, la cecità, l'autismo, il mutismo e l'incapacità a creare una relazione tra pari. La diversità si trasforma in un’opportunità per riuscire a guardare il mondo, noi stessi e gli altri da una prospettiva diversa; questo vuole essere lo spirito della mostra che inviterà il visitatore ad utilizzare “un altro sguardo”. Le pareti della Casa delle Energie, ospiteranno, inoltre, la mostra fotografica Punti di Vista, una selezione di fotografie realizzate da alcuni talenti che frequentano i Centri Diurni in cui lavorano gli operatori di Progetto5. Questo percorso, iniziato nel 2005, ha permesso ai fotografi di non dubitare delle loro possibilità e di far cadere un muro. È stato riconosciuto il valore delle loro opere e ciò ha consentito loro di integrarsi in un mondo che fino a poco tempo prima sembrava inaccessibile.
Le mostre sono ad ingresso libero e saranno visitate, al mattino, da oltre 50 classi della Provincia di Arezzo, dalle 16 alle 19 saranno, invece, aperte al pubblico.
Il 17, 18 e 19 Ottobre il progetto prosegue con Quello che non abbiamo ancora visto, una serie di appuntamenti dedicati ad insegnanti della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado educatori ed operatori del sociale, volti a fare il punto sulle storie, le figure e le parole che raccontano la disabilità. Gli incontri, le cui docenze sono a cura de la Cooperativa Giannino Stoppani di Bologna, intendono tracciare un filo rosso fra i volumi messi in campo dall’editoria contemporanea italiana ed internazionale, alla ricerca di buoni libri per tutti, tra figure e le giuste parole per dirlo. I libri possono essere motori di riflessioni, di suggestioni, di relazioni: amare, ascoltare, accogliere, cambiare, sentire, pensare, conoscere, leggere.
Oltre a partecipare alla Tavola rotonda, la libreria si occuperà delle visite guidate e della segreteria del convegno e degli incontri formativi.


Torna ai contenuti | Torna al menu