La settima arte nei libri per bambini e ragazzi

da | Nov 10, 2020

Nell’anno del centenario felliniano anche i libri per ragazzi si occupano della settima arte e si rivelano anticipatori di un clima generale di attenzione al cinema, ai suoi protagonisti, ai film che ne hanno fatto la storia, raccontandoli con soluzioni narrative e visive di grande qualità.

Federico Fellini. Rimini-Roma andata e ritorno, una coproduzione Edizioni Primavera e Locus Publishing Company di Rex How, firmato da Grazia Gotti e Giuseppe Palumbo è una biografia che avvicina i ragazzi alla figura del grande regista riminese. Dal Grand Hotel fino agli studi di Cinecittà, gli amori, i film e i personaggi si susseguono in un racconto che ricostruisce la vita e le opere del regista de I vitelloni, , Giulietta degli spiriti, La dolce vita, Amarcord.

Un racconto sentimentale in cui parole ed immagini si integrano alla perfezione e ricostruiscono l’immaginario felliniano. Il libro fa parte delle proposte di Ibby Italia per il White Ravens, la selezione di 200 pubblicazioni, provenienti da 56 paesi, in 36 lingue che cura ogni anno la Jugendbibliothek di Monaco dando conto della miglior letteratura per ragazzi mondiale.

Ad un altro grandissimo regista è dedicato il lavoro di Luca Tortolini e Victoria Semykina per Kite Edizioni. In François Truffaut. Il bambino che amava il cinema vengono raccontati momenti importanti dell’infanzia del regista francese, l’amore per i libri e la lettura, la passione per i film, il lavoro critico, fino alla realizzazione della sua prima opera Les quatre cents coups. Luca Tortolini dichiara attraverso questo albo un grande amore per il regista della Nouvelle vague, soprattutto, come dichiarato da lui stesso, per il suo sguardo profondo sull’infanzia. Le illustrazioni di Victoria Semykina ricostruiscono le atmosfere della Parigi degli anni Quaranta, vista attraverso gli occhi di un bambino speciale. 

Come in un film, scritto da Luisa Mattia ed illustrato da Daniela Tieni per Lapis Edizioni è un omaggio alla storia del cinema italiano e non solo. Un vetro rotto ed una palla rossa portano la piccola Nina dentro una sala cinematografica in cui si palesano, come in un film appunto, Charlie Chaplin, Federico Fellini, Anna Magnani, Alberto Sordi, ma anche Stan Laurel ed Oliver Hardy. Un viaggio tra i set di alcuni dei più indimenticabili film del Novecento come Roma città aperta, Non ci resta che piangere, La dolce vita rivisitati dall’arte di Daniela Tieni.

 

Questa volta in coppia con Janna Carioli, Luisa Mattia firma un romanzo, Mistero sul set, pubblicato da Il battello a vapore. Ambientato nella Roma del 1952 il libro mette in pagina una giovane protagonista, Flora, che aiutando la zia truccatrice, si ritrova sui set di Cinecittà. Un mistero da risolvere, il furto di una preziosissima spilla che appartiene ad Audrey Hepburn, un’innocente da scagionare.

Far conoscere i film e la storia del cinema ai più piccoli è molto importante ed in questo senso i libri possono costituire un’interessante porta d’accesso alla settima arte, soprattutto quando nelle loro pagine si respira, come nei libri che abbiamo presentato, passione ed amore per il grande schermo.

×

Powered by WhatsApp Chat

×